Agevolazioni

RISTRUTTURAZIONI: Detrazione Fiscale 50%

È possibile detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali situati nel territorio dello Stato. In particolare, i contribuenti possono usufruire delle seguenti detrazioni:
  • 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare
  • 36%, con il limite massimo di 48.000 euro per unità immobiliare, delle somme che saranno spese dal 1° gennaio 2018.
L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute nell’anno, secondo il criterio di cassa, e va suddivis a fra tutti i soggetti che hanno sostenuto la spesa e che hanno diritto alla detrazione. Se gli interventi realizzati in ciascun anno consistono nella prosecuzione di lavori iniziati in anni precedenti, per determinare il limite massimo delle spese detraibili si deve tenere conto di quelle sostenute nei medesimi anni: si avrà diritto all’agevolazione solo se la spesa per la quale si è già fruito della relativa detrazione non ha superato il limite complessivo previsto.

RISPARMIO ENERGETICO: Detrazione Fiscale 65%

E' stata proprogata fino al 31 Dicembre 2017 la detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio, chiamato Ecobonus, esteso fino al 2021 per alcuni tipi di interventi.

In particolare gli interventi su parti comuni dei condomini o che interessano tutte le unità immobiliari del condominio potranno essere detratti se eseguiti entro il 31 dicembre 2021. Inoltre si potrà salire fino al 75% di detrazioni , sino ad un massimo di 40.000 €, se verranno rispettate tutte le condizioni presenti nel provvedimento.

Una ulterioriore novità è la possibilità di cessione del credito (della spesa sostenuta)  ai fornitori che hanno effettuato gli interventi o ad altri soggetti privati con la facoltà di successiva cessione del credito.

Possono usufrire delle detrazioni fiscali le persone fisiche, compresi gli esercenti; i contribuenti che conseguono reddito d’impresa; le associazioni tra professionisti; gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale purché siano soggetti al pagamento dell'Ires e solomante per interventi su edifici già esistenti.

Cosa prevede DL n. 63 del 4 giugno 2013 per la sostituzione di serramenti:
  • Possono essere portate in detrazione le spese sostenute  fino al 31 dicembre 2017 per i privati
  • Tetto massimo di detrazione pari a € 60.000
  • Le spese sostenute devono essere pagate tramite Bonifico Bancario o postale.
  • Detrazione in dieci anni (10 rate di pari importo)
  • Per ciò che riguarda la sostituzione degli infissi sono inoltre necessarie:
    • Fatture e ricevute comprovanti le spese sostenute,
    • Ricevute dei bonifici di pagamento.
    • La certificazione fornita dal produttore
    • La scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Detrazione del 65% per Zone Climatiche e limiti di trasmittanza termica in Italia

I circa 8.100 comuni italiani, in base al decreto 412/93, sono divisi in sei zone climatiche in funzione del consumo energetico necessario per mantenere una temperatura di confort all'interno dell'edificio pari a 20°C . Il parametro utilizzato per differenziare le sei fasce climatiche, indipendentemente dalla locazione geografica, è il "grado giorno GG", ossia la somma delle differenze di temperatura nell'arco di un intero anno tra l'interno, (assunto convenzionalmente pari a 20°C ) e la temperatura media esterna nell'arco della giornata. E' possibile rilevare le zone climatiche di tutti i comuni italiani consultando il sito METRA sezione “Punto energia/Zone climatiche”.

Sarà possibile presentare la richiesta direttamente dal sito ENEA e Nuova Erre Effe sarà lieta di aiutarvi nella compilazione e presentazione della domanda, fornendovi tutti i materiali necessari.